Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Albicocche: frutti di energia, salute e bellezza

albicocche mature, albicocca, albicocche, frutti arancioni, vitamina a

Le albicocche hanno origine in Cina nel 3000 a.C.. Si diffondono prima in Armenia e, successivamente, in Europa. Gli Arabi le diffusero nel Mediterraneo scoprendone le proprietà preziose per la gola:  usavano infatti questo frutto per combattere tutti i disturbi della gola e l’afonia.

Furono invece i Romani che portarono in Italia l’albicocca dall’Armenia chiamandola “armeniacuom”, mela armena. L’albicocca è ancora oggi simbolo dell’Armenia.
In Italia matura da Maggio a Luglio ed i maggiori produttori sono L’Emilia Romagna, la Campania e la Sicilia.

Proprietà: energetiche ed amiche della pelle

Composte per l’80% da acqua, le albicocche sono ricche di vitamina A e C e di carotenoidi, tra cui l’importante beta carotene, contengono sali minerali tra cui potassio, ferro, fosforo, calcio, rame e cobalto e fibre tra cui le pectine, utili per mantenere basso il colesterolo.

Grazie alla loro preziosa composizione sono utili nei casi di anemia, energizzanti e re mineralizzanti per una post convalescenza o dopo aver svolto attività fisica. La vitamina A è utile per il sostegno di bambini e anziani grazie alla sua funzione di sviluppo delle ossa e dei tessuti.

Albicocche per la pelle

Le albicocche sono amiche della pelle: potenti antiossidanti, proteggono dall’esposizione al sole stimolando la produzione di melanina. Favoriscono il buon funzionamento dell’apparato gastrointestinale e sono leggermente lassative.

I semi di albicocca

I semi che contengono sono ricchi di vitamina B17 o amigdalina che, come per quanto scritto nell’articolo sulle mandorle, sono potenzialmente tossici. Nel caso vogliate consumarli (in piccole quantità, due o tre al giorno) è importante che siamo preventivamente cotti, poiché durante la cottura perdono parte della loro tossicità.

Albicocche in cucina …

Sono consigliate fresche, in stagione fatene il pieno!, ma in assenza dei frutti freschi sono davvero gustose anche

  • candite,
  • disidratate o essiccate,
  • sotto forma di marmellata.

Disidratate o essiccate hanno solitamente meno (o niente) zuccheri aggiunti e sono consigliate per regolare la funzionalità dell’intestino.

Un frullato nutriente e dall’ottimo sapore si ottiene unendo albicocche fragole, un pezzetto di zenzero ed un cucchiaino di miele.

…e albicocche e in cosmesi

Se volete invece, nutrire la vostra pelle e prepararla all’esposizione solare potete preparare una maschera di albicocche frullate unite ad un cucchiaio di olio di mandorle dolci. La maschera va lasciata in posa per almeno 20 minuti e vi lascerà una pelle morbidissima.

L’olio di albicocca

Dal nocciolo dell’albicocca spremuto a freddo si ottiene un olio prezioso:

  • antiossidante,
  • emolliente
  • molto idratante.

E’ utile infatti per le pelli secche, segnate dalle rughe e dopo le lunghe esposizioni al sole, al freddo o al vento e si assorbe facilmente.

Può essere usato anche come struccante o come maschera nutriente e lucidante per i capelli.

Grazie alle sue ricche proprietà può essere utilizzato puro, sostituendo le normali creme idratanti, oppure aggiunto a creme neutre.

Questo olio è utile anche per diluire gli oli essenziali, permettendoci così di usarli nella massima sicurezza, poiché è sconsigliato utilizzarli puri sulla pelle.

Olio di Albicocca - Olio Base Puro - 50 ml
Olio di Albicocca – Olio Base Puro – 50 ml
Essenthya – Oli Essenziali professionali

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

INFORMAZIONI UTILI

Un e-book per te!

Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy

Attiva il tuo coupon sconto

Categorie

Condividi su:

Potrebbe interessarti anche