Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Alimentazione e tumori: se mangi troppo ti ammali

alimentazione e tumori, junk food, tumori e cibo, tumori e alimentazione cancro e alimentazione

Alimentazione e tumori: una relazione pericolosa

Faccio riferimento ad una interessante notizia riguardante il rapporto tra stile di vita, alimentazione e malattie, pubblicata anche da importanti quotidiani, la notizia risale al 2015, anno di prima pubblicazione di questo articolo, ma è tuttora valida..

Il Prof Antonio Moschetta, scienziato Airc, professore associato di Medicina interna all’università di Bari Aldo Moro, ne ha parlato a Venezia durante la X Conferenza mondiale “The Future of Science” [18-20 Settembre 2015], promossa dalle Fondazioni Umberto Veronesi, Silvio Tronchetti Provera e Giorgio Cini.

Un evento dedicato alla lotta alla fame nel mondo e alle relazioni fra dieta, cattiva alimentazione e sviluppo di patologie. In particolare l’intervento del prof. Moschetta ha avuto come oggetto “Obesità e cancro: il legame tra nutrienti, ormoni, geni e metabolismo”. Vedi il sito ufficiale della conferenza.

Perché ci ammaliamo

Secondo il dott. Moschetta le cause delle malattie tumorali sono da ricercare nei grandi cambiamenti dello stile di vita e delle abitudini alimentari avvenuti negli ultimi anni. La stessa tesi che sostengono altri medici che definisco “illuminati” come il dott. Franco Berrino, la dott.ssa Debora Rasio, la dott.ssa Maria Rosa di Fazio, giusto per citarne alcuni tra i più noti.

Tali cambiamenti sono direttamente responsabili dell’aumento dell’insorgenza di tumori sempre più diffusi come quello al seno ed al retto, ma anche della prostata, ovaio, pancreas, fegato, rene e cervello.

I 3 errori più importanti

Non siamo sorpresi di leggere quali sono le cause che favoriscono lo sviluppo e la diffusione delle malattie tumorali:

  1. Abbandono della dieta mediterranea a favore dei Junk Food,
  2. Vita più sedentaria e pigra (attività fisica quasi assente),
  3. Orari dei pasti sempre più spostati in avanti e irregolari.

In particolare, nel suo intervento, Moschetta ha evidenziato il motivo principe della proliferazione delle cellule tumorali e dello sviluppo delle malattie: con l’alimentazione moderna (raffinata industrialmente, zuccherata, conservata con additivi… ndr) “offriamo al cancro la possibilità di crescere più velocemente perché gli forniamo la benzina di cui ha bisogno: glucosio per produrre energia e insulina per proliferare».

La proposta della naturopatia per una alimentazione sana

Anche il mondo scientifico, quindi enfatizza, il problema dello stile di vita, unito alla qualità e quantità del cibo consumato.

Ecco perchè ci ammaliamo! La naturopatia, d’altro canto, suggerisce un’alimentazione naturale basata su una “dieta mediterranea” ricca di alimenti vegetali freschi e di stagione, in unione ad una moderata attività fisica e ad abitudini in sintonia con la natura.

Dieta mediterranea: linea guida

Cosa si vuole intendere nel concreto?

Per dieta mediterranea intendiamo un’alimentazione basata principalmente sul consumo di cereali integrali, legumi, ortaggi di stagione e locali, poca frutta, oltre ad olio di oliva extravergine, semi oleosi e frutta secca, pesce pescato.

È questo ciò che intendiamo con alimentazione mediterranea, che NON significa pizza, pasta bianca e pane bianco.

Proteine di origine animale: ridurre o evitare

Le proteine animali (in particolare carne, salumi, latte e derivati) devono essere ridotte drasticamente. Uno stile di vita in sintonia con la natura richiede, inoltre, una costante attività fisica (è sufficiente una camminata veloce 3 volte a settimana) ed abitudini in sintonia con i cicli naturali:

Per i pasti ciò significa una ricca colazione al mattino appena svegli, possibilmente varia e poco dolce, un pranzo tra le 12 e le 13, ed una cena con pochi carboidrati (pane, riso, pasta, prodotti da forno) possibilmente entro le 20 e comunque da concludere almeno 3 ore prima di coricarsi.

Alimenti processati e junk food: evitare

Gli alimenti preparati dall’industria alimentare, gran parte di quelli presenti nei supermercati e nei fast-food, sono da evitare. Si tratta di alimenti ricchi di zuccheri, sale, additivi (conservanti e coloranti), grassi idrogenati. Sono cibi, se cosi si possono ancora chiamare,  con basso valore nutrizionale e, generalmente, alto potere calorico. Sono progettati per durare a lungo e, molti di essi creano dipendenza e quindi inducono ad un consumo sempre più frequente, uno dei rischi collegato alla relazione tra alimentazione e tumori.

Sonno: dormire bene

Infine dormire almeno 7 durante la notte (coricarsi entro le 23, mezzanotte al massimo).

Approfondimenti e fonti scientifiche su: alimentazione e tumori

INFORMAZIONI UTILI

Un e-book per te!

Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy

Attiva il tuo coupon sconto

Categorie

Condividi su:

Potrebbe interessarti anche