Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Combattere la stipsi con l’alimentazione

combattere la stipsi con l'alimentazione, donna, yogurt, kefir

Sono moltissime le persone che soffrono di stitichezza: un disturbo decisamente poco piacevole, che se cronico rischia di andare a compromettere la qualità della vita. Il problema della stipsi interessa soprattutto le donne ma fortunatamente è possibile porvi rimedio con alcune accortezze. Questo infatti è un disturbo spesso causato da fattori ambientali e la dieta svolge un ruolo fondamentale nell’alimentarlo.

Il legame tra la stitichezza e l’alimentazione

Esistono numerosi rimedi contro la stitichezza, che si rivelano effettivamente efficaci e permettono di gestire questa problematica anche sul lungo periodo. Prima di andare a cercare delle soluzioni farmacologiche però sarebbe sempre meglio modificare la propria dieta perché esiste un legame molto stretto tra stipsi ed alimentazione. Tutto ciò che mangiamo va infatti a finire nell’intestino ed è ormai risaputo che vi siano cibi dalle proprietà lassative ed altri dalle proprietà astringenti. Privilegiare questi ultimi significa peggiorare le cose, rendendo le feci più dure e dunque più difficili da espellere.

Cosa mangiare per combattere la stitichezza

Chi soffre di stitichezza dovrebbe privilegiare gli alimenti ricchi di fibre come la crusca, mangiando anche quei cibi che sono noti per via delle loro proprietà lassative e dunque stimolanti il transito intestinale. Ce ne sono molti più di quello che si pensa, a partire dalle verdure. Appartengono a questa categoria e sono dunque consigliate a chi soffre di stitichezza le zucchine, le melanzane, gli spinaci, i broccoli, i cavolfiori ed i carciofi.

Per quanto riguarda invece la frutta, ad avere delle interessanti proprietà lassative sono le prugne, i fichi, le pere, le albicocche ed i kiwi. Un discorso a parte deve essere fatto per le mele, poiché se mangiate cotte hanno proprietà lassative mentre crude hanno l’effetto contrario e sono dunque astringenti.

Tra gli altri alimenti utili per chi soffre di stitichezza troviamo poi lo yogurt, il kefir, i legumi, la frutta secca ed i semi oleosi come quelli di lino.

Quali alimenti evitare in caso di stitichezza

Così come ci sono cibi che vantano proprietà lassative, ce ne sono altri che al contrario hanno un potere astringente e dunque peggiorano la situazione, rendendo l’evacuazione una vera e propria impresa per coloro che già soffrono di stitichezza. Questi alimenti non a caso vengono consigliati a coloro che si trovano a fronteggiare episodi di diarrea, proprio perché rallentano la peristalsi.

Quali sono allora gli alimenti da evitare? Il riso è senza dubbio uno di questi, ma anche il cioccolato ha delle proprietà astringenti piuttosto marcate, derivanti dall’alto contenuto di tannini. Tra i cibi da evitare in caso di stitichezza troviamo anche i limoni, le carote, le banane e le patate.

L’importanza dell’idratazione

Chi soffre di stipsi, occasionale o cronica che sia, dovrebbe prestare attenzione non solo a quello che mangia ma anche ai quantitativi di acqua che assume nell’arco della giornata. È infatti risaputo ormai che per combattere la stitichezza sia necessario bere molto, in quanto i liquidi permettono di ammorbidire le feci rendendole meno dure e facilitandone la discesa verso l’ultimo tratto dell’intestino. Questo è un dettaglio da non dimenticare mai.

INFORMAZIONI UTILI

Un e-book per te!

Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy

Attiva il tuo coupon sconto

Categorie

Condividi su:

Potrebbe interessarti anche