Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Datteri, concentrato di energia e dolcezza. Le proprietà

datteri freschi, datteri essiccati, dattero, dolce naturale

Cibo con tanta energia e minerali

I datteri sono un cibo altamente energetico nutriente ed utile per chi è in convalescenza, per chi fa attività fisica o sportiva intensa grazie anche al contenuto di potassio, magnesio e minerali in generale, ottimi da aggiungere alle colazione o ad un pasto veloce. I datteri provengono dal Nord Africa e dall’Arabia, e sono citati nei Manoscritti del Mar Morto (Rotoli di Qumran). Si racconta che i beduini attraversano il deserto solo con una piccola scorta di datteri, fichi e farina con cui preparare il pane non lievitato.

Le proprietà dei datteri: minerali, vitamine e… afrodisiaci

Come gran parte della frutta secca questi frutti sono una buona fonte di sostanze antiossidanti che rafforzano le difese dell’organismo contro diverse malattie. Sono ricchi di fibre e leggermente lassativi. Sono inoltre una ottima fonte di sali minerali, in particolare di potassio, che mantiene costanti i livelli dei fluidi e l’equilibrio insieme  al sodio, cosa di fondamentale importanza soprattutto nei climi molto caldi.

Vitamine e minerali

Il dattero oltre al potassio, contiene buone quantità di magnesio e discrete quantità di fosforo, calcio, selenio, sodio; sono presenti anche rame, zinco, manganese e ferro. La maggior parte dei datteri contiene ferro facilmente assimilabile, ed alcune qualità ne contengono una quantità molto elevata. Parlando di vitamine i datteri sono ricchi di vitamina A e vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6), K e J; le vitamine C ed E sono presenti ma in quantità trascurabili. I datteri contengono inoltre importanti aminoacidi (l’unità strutturale primaria delle proteine) tra cui: acido aspartico, acido glutammico, arginina, alanina, glicina, leucina, lisina, serina e valina.

Afrodisiaci?

Una curiosità: i datteri sono considerati potenti afrodisiaci, ed alcuni testi consigliano, in caso di impotenza maschile, di consumare 100 grammi al giorno di datteri freschi, ovviamente all’interno di un regime alimentare bilanciato ed uno stile di vita che comprende attività fisica regolare.

Antinfiammatori

I datteri hanno proprietà antinfiammatorie in particolare a favore delle vie respiratorie; i benefici si ottengono facendo bollire 100 grammi di datteri in mezzo litro d’acqua per alcuni minuti, che potrà essere dolcificata con del miele prima di bere.

datteri, datteri freschi, dattero

Datteri freschi o essiccati? Quali scegliere

Generalmente vengono venduti essiccati per esigenze di conservazione, tuttavia sono facilmente reperibili anche freschi.

I frutti freschi sono meno calorici in quanto contengono più acqua e meno zuccheri, inoltre mantengono più vitamine di quelli trattati e sono particolarmente consigliati, per le loro proprietà energizzanti.

Non consumateli in aggiunta al pasto

Durante l’inverno, in particolare durante le festività, i datteri compaiono sulle tavole e vengono spesso consumati come snack a fine pranzo o cena, in attesa di brindare con panettone o pandoro e spumante.

Questa non è un’abitudine consigliabile proprio per l’alto potere calorico di questi frutti. I datteri sono invece un ottimo snack, da consumare di tanto in tanto, durante i giorni di attività lavorativa o di studio. Sono inoltre utili per dolcificare dolci fatti in casa invece di aggiungere lo zucchero o altri dolcificanti. Tenete comunque presente che questi frutti hanno un alto indice glicemico per cui non sono consigliati a chi ha problemi di diabete o sindrome metabolica.

Altri prodotti derivati dal dattero

Dalla fermentazione del dattero si ricavano alcolici come ad esempio l’arrak, noto anche come rum asiatico: si tratta di un’acquavite prodotta principalmente in medio ed estremo oriente, che deriva dal vino della palma da dattero. Inoltre dai frutti bagnati e cotti in acqua si ottiene un dolcificante simile alla melassa: lo sciroppo di dattero. Pare che questo particolare sciroppo abbia svolto un ruolo importante nella dieta quotidiana nell’antico oriente, in quanto era uno dei dolcificanti più usati.

 

INFORMAZIONI UTILI

Un e-book per te!

Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy

Attiva il tuo coupon sconto

Categorie

Condividi su:

Potrebbe interessarti anche