Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

INCI: come si legge un’etichetta di un prodotto cosmetico

Inci,creme,cosmesi,chimica,ingredienti,pelle

L’INCI (Nomenclatura Internazionale degli Ingredienti Cosmetici) è un elenco obbligatorio presente sugli etichetti dei prodotti cosmetici. Esso standardizza gli ingredienti utilizzati nei cosmetici, ma il produttore non è tenuto a indicarne la concentrazione per motivi di segreto commerciale.

Prima di acquistare un prodotto di cosmesi da mettere sulla vostra pelle, è consigliabile leggere la lista degli ingredienti che ci svela tutto quello che contiene una crema o un detergente.

INCI, la parola magica per acquistare consapevolmente

Lo diamo per scontato l’elenco degli ingredienti in un cosmetico. Non è così, in Marocco per fare un esempio, non è obbligatorio e la maggior parte delle creme hanno solo slogan di marketing sull’etichetta.

In Europa fortunatamente non è così, noi abbiamo l’INCI, che vuol dire International Nomenclature Cosmetic Ingredient, cioè un modo uguale per tutti i paesi e tutte le aziende di nominare gli ingredienti.

Una conquista relativamente recente, che è diventata obbligatoria dal 1997 proprio per tutelare i consumatori.

Quindi ora dotatevi di una lente d’ingrandimento e andate alla ricerca dell’INCI. Parlo di ricerca perché quasi sempre è scritto in caratteri minuscoli: può trovarsi sull’astuccio in cartoncino o sul flacone e a volte è addirittura è coperta da altre scritte e occorre togliere per così dire uno strato di carta per trovarlo.

Ma siate fiduciosi… ci deve essere.

Come leggere l’INCI

Ora cominciate a leggere e lasciatevi pure prendere dallo sconforto…

…a parte aqua e parfum, ben pochi termini avranno per voi un sicuro significato, a meno che non siate dei chimici o dei botanici. Questo perché i nomi degli ingredienti sono riportati con la denominazione scientifica.

Troveremo quindi un’abbondanza di nomi latini, oppure degli ibridi che abbinano disinvoltamente latino e inglese (per esempio estratto di foglie di ippocastano, diventa aesculus hippocastanum leaf extracts).

I nomi in latino si riferiscono in genere ai vegetali e agli estratti botanici o agli ingredienti presenti nella farmacopea tradizionale, mentre i termini chimici più recenti sono tutti in inglese. Nel caso dei coloranti si utilizzano le numerazioni secondo il Colour Index (es. CI 45430) a eccezione dei coloranti per capelli, che usano il nome chimico inglese (fonte Wikipedia). Tutto risulta così più complesso, perché il familiare olio di oliva diventa Olea Europaea e l’olio di ricino il fuorviante Castor Oil, che lascia immaginare la spremitura dei teneri animaletti.

Alcuni produttori, accanto ad alcune sostanze, mettono anche la traduzione in inglese.

Vedremo quindi aqua/water e parfum/fragrance, ma per la maggior parte degli italiani questo è un ben misero aiuto quando si va oltre questi due ingredienti.

Ingredienti in ordine di apparizione

Per cominciare a fare un po’ di chiarezza è meglio dire subito che gli ingredienti sono in ordine decrescente.

Ciò significa che il primo ingrediente, tipicamente l’acqua, è il principale componente del prodotto, del secondo ce n’è un po’ di meno e così via fino a che si arriva ai componenti inferiori all’1% inseriti in coda in ordine sparso.

Per orientarsi, è bene considerare che grosso modo:

  • il primo terzo della lista riguarda gli ingredienti presenti con percentuali a due cifre, che da soli rappresentano circa il 90% del prodotto
  • terzo centrale: rappresenta generalmente circa il 5-8%
  • ultimo terzo, o terzo inferiore: rappresenta intorno all’1-3%.

I principi attivi, quelli pubblicizzati sui media e sulla confezione, costituiscono la parte caratterizzante del cosmetico e sono di solito presenti nella parte centrale, preceduti da tensioattivi (nel caso dei detergenti come shampoo e saponi), gelificanti, umettanti.

Gli ultimi sono in genere conservanti, coloranti, profumo ed eventuali allergeni.

Questa è un’indicazione importante che ci permette di capire più o meno in che percentuale è presente un ingrediente.

Se in una crema le sostanze “discusse” cominciano ad abbondare dalle prime voci, meglio evitare di acquistarle.

Crema Viso Camomilla
Pelli sensibili, delicatezza
Remedia Erbe

INFORMAZIONI UTILI

Un e-book per te!

Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy

Attiva il tuo coupon sconto

Categorie

Condividi su:

Potrebbe interessarti anche