Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Cerimonia del tè: un rito di benessere

cerimonia del tè, tazza di tè, donna in relax

Il tè tempra lo spirito e stimola i pensier saggi, rinvigorisce il corpo e calma la mente.

Shennong

La nascita del tè

La storia del tè è tanto semplice quanto affascinante, una di quelle storie nate da una coincidenza che ha permesso la nascita di un rimedio naturale molto prezioso.

Si narra che migliaia di anni fa in Cina regnava l’imperatore Shennong, venerato come “divino agricoltore”.  I suoi sudditi avevano vita breve a causa della scarsa qualità di cibo e acqua ed egli aveva preso l’abitudine di assaggiare i frutti della terra per distinguere con anticipo ciò che era sano da ciò che era tossico.

Un giorno, mentre riposava all’ombra di un cespuglio di Camelia sinensis, accese un fuoco dove mise dell’acqua a bollire e si appisolò. Una folata di vento fece cadere delle foglie nell’acqua calda e lui si svegliò. Si accorse che l’acqua aveva assunto un colore dorato ed un buon profumo così decise di assaggiarla. Il sapore della bevanda gli donò nuova energia e vitalità. Quel giorno nacque il tè, bevanda definita elisir di lunga vita, di cui l’umanità ancora oggi ne gode i benefici.

La cerimonia del tè

Dalla Cina i benefici del tè si diffusero anche in Giappone che rese la cerimonia del tè un rito molto speciale che prese il nome di “Cha No Yu”. Il Cha No Yu è un rito che si basa su quattro principi: tranquillità, armonia, rispetto e purezza. Questi principi fanno sì che ci sia la massima cura nel luogo in cui si pratica, negli abiti e negli accessori utilizzati e nel seguire alcune regole di comportamento che rendono la cerimonia un momento importante.

Il tempo della cerimonia del tè è un tempo di silenzio, ascolto, meditazione.

Si entra nella massima percezione di ogni gesto: dall’ascolto dell’acqua che arriva ad ebollizione al piacere del silenzio mentre si sorseggia il tè. È un momento sacro che favorisce la presenza nel qui e ora, la presenza a sé stessi, la possibilità di entrare in contatto con l’essenza della vita.

Il rispetto dei riti

Nel tempo il tè è arrivato anche in occidente: gli inglesi, ne hanno fatto un rito più frivolo e mondano poiché il tè delle cinque è nato per soddisfare il senso di fame pomeridiano della Regina Vittoria. Noi italiani lo beviamo per beneficiare delle sue proprietà organolettiche dimenticando spesso le proprietà spirituali.

Il nostro stile di vita ci impedisce di creare una cerimonia del tè vera e propria ma nulla ci impedisce di godere del momento del tè in silenzio, nel pieno godimento della nostra presenza e delle sensazioni che il momento del tè potrebbe regalarci. Vi invitiamo così a scegliere con cura il vostro tè ed un momento per voi stessi. In fondo il vero benessere riguarda sia il corpo che lo spirito come tutte le culture ci insegnano.

Ti può interessare anche:“Tè Bancha: benefici a tutte le età”

Tisaniera Fiore della Vita
Acquista su Macrolibrarsi.it

INFORMAZIONI UTILI

Un e-book per te!

Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy

Attiva il tuo coupon sconto

Categorie

Condividi su:

Potrebbe interessarti anche