Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Lo sbadiglio: una boccata di Benessere

sbadiglio

L’uomo è stato capace nel corso della storia di raggiungere risultati, nell’ambito della ricerca scientifica, a dir poco stupefacenti. E’ riuscito con pazienza e tanta sperimentazione, grazie ad una miriade di menti luminari, a debellare malattie e trovare cure efficaci, ma a livello razionale/scientifico non è ancora riuscito a dare una risposta completamente esaustiva al perché sbadigliamo.

Ipotesi sullo sbadiglio

La prima causa fisica è collegata alla respirazione: difatti lo sbadiglio è un riflesso, quasi sempre incondizionato controllato dal sistema nervoso para-simpatico ( lo stesso che controlla tutti i movimenti fuori dalla portata della nostra volontà, come il battito del cuore, la peristalsi, lo scorrere del sangue e della linfa), caratterizzato da una profonda inalazione seguita da una espirazione dell’aria presente nei polmoni.

Ricominciare da zero

Altra causa può essere la stanchezza fisica e mentale che induce il nostro corpo a “ripartire da zero” con movimenti di stretching muscolare, sgranchiendo il collo, il viso e tutti e quattro gli arti; questo movimento ad X permette la dilatazione dei polmoni che massaggiano, attraverso la respirazione profonda e breve, tutti gli organi limitrofi, in primis cuore ed apparato digerente.

Lo stress e l’ansia: voglio aria!

Quando siamo in forti condizioni di stress, ansia e panico è molto probabile che il nostro corpo ci invii dei segnali precisi, atti a farci comprendere che abbiamo bisogno di “spazio, aria e libertà”. Lo sbadiglio è il sistema più veloce per “prendere aria”, innanzitutto chimicamente e fisicamente, ma soprattutto “spiritualmente”: l’aria catturata è un lenitivo per calmare il nostro stato di tensione mentale e fisica.

Tutto il resto è noia

Sbadigliare spesso è associato anche allo stato d’animo della noia. Quante volte ci capita di ascoltare discorsi e sbadigliare a ripetizione nell’arco di pochi minuti? O viceversa notare qualcuno che sbadiglia mentre noi conversiamo? Niente paura, la noia non è che un segnale da benedire; è l’occasione giusta per cambiare discorso, luogo, argomento, posto, tono. Anche la noia è un ingrediente utile nella ricetta della nostra evoluzione.

La metà di ogni nostro sbadiglio è un mistero

Gli scienziati nonostante le sperimentazioni e le spiegazioni scientifiche non sono ancora riusciti a capire fino in fondo come si produce lo sbadiglio e tutti i reali effetti sul nostro corpo e sulla nostra mente.
Secondo la Teoria dei 5 elementi vengono chiamati, grazie allo sbadiglio, tutti e 5 gli elementi:

  • Elemento metallo – emozione della tristezza – panico, ansia, desiderio di aria, spazio e libertà
  • Elemento aria/legno – emozione della rabbia – tensioni psicofisiche, desiderio di fare/costruire altro
  • Elemento fuoco – emozione della gioia – desiderio di dire altro, cantare, di amicizia vera, di amore incondizionato, di calore
  • Elemento terra – emozione della preoccupazione – desiderio di dialogo sincero, di legami familiari positivi e costruttivi , di fugare dubbi ed incertezze.
  • Elemento acqua – emozione della paura – desiderio di stabilità e non di rigidità.

Lo sbadiglio anche se conosciuto a metà è potentemente efficace e ci aiuta a conoscere meglio il mistero che ci abita; ci accompagna delicato e buffo in questo cammino di evoluzione, di miglioramento del nostro stato di Benessere.
Sbadiglio: una boccata di Benessere per spiccare il volo partendo dalle nostre radici!

Stefano Intitntoli

INFORMAZIONI UTILI

Un e-book per te!

Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy

Attiva il tuo coupon sconto

Categorie

Condividi su:

Potrebbe interessarti anche