Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Il senso di solidarietà: come evocarlo e il segreto per metterlo in pratica

solidarietà, mani unite

Il senso di solidarietà è quel sentimento che ci permette di unirci empaticamente con il prossimo e ci spinge all’agire per superare una prova comune.

Cos’è la solidarietà

Il termine “solidarietà” significa il condividere con altri sentimenti, opinioni, difficoltà, dolori, e l’agire di conseguenza (fonte: Garzanti).

È un termine di cui parla anche l’articolo 2 della Costituzione della Repubblica Italiana:

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.”

È un sentimento che oggi abbiamo necessità di contattare, evocare, espandere poiché l’evoluzione ci ha portati ben distanti dall’unirci al prossimo, dallo stare insieme, dal sostenerci.

La solidarietà  è, invece, un faro che guida le azioni individuali e collettive verso il benessere comune.

Come evocare il senso di solidarietà

Per evocare in noi il senso di solidarietà è necessario uscire da un’abitudine che oramai in un modo o nell’altro ci accomuna tutti: l’abitudine di giudicare  in modo istintivo. Sempre più spesso mi capita di sentire, o leggere, giudizi spietati che denotano una mancanza di riflessione alla base. L’importante è puntare il dito, è trovare qualcuno a cui dare la colpa di un evento poco piacevole.

Come uscire dall’abitudine del giudizio? Anzitutto fermandoci prima di parlare e prima di trarre conclusioni affrettate. E poi, osservando la persona o la situazione da più punti di vista, cercando di conoscere, comprendere, informarci a fondo. Quanti giudizi sono emessi nella totale ignoranza.

Come sarebbe diverso il mondo se imparassimo a contare fino a 3 prima di parlare o scrivere!

Dal giudizio all’empatia

Una volta compresa questa abitudine e solo dopo esserci accorti di quanto sono spesso inutili alcuni giudizi, se non dannosi per tutti, possiamo cercare di entrare in empatia con la persona o la situazione. Significa mettersi nei panni dell’altro e comprendere a fondo le sue sfide e di agire in modo compassionevole. L’empatia ci spinge a tendere una mano a chi è in difficoltà, a difendere i più vulnerabili e a lottare per un mondo più equo e inclusivo.

L’empatia ci consente di entrare in unione con l’altro e di stabilire una relazione basata sulla vicinanza. Ci permette di contattare l’amore incondizionato che si trova nel cuore di ogni essere umano.

Solidarietà come forza trasformativa

La solidarietà ha il potere di trasformare le società. Quando le persone si uniscono per affrontare sfide comuni, si creano legami più forti e una rete di sostegno che può superare qualsiasi ostacolo. È attraverso la solidarietà che le comunità si riprendono da catastrofi naturali, crisi economiche e conflitti sociali. È la solidarietà che ispira gli individui a lottare per la giustizia sociale, i diritti umani e la dignità per tutti.

Come mettere in pratica la solidarietà

Il senso di solidarietà ci spinge a voler fare qualcosa, ad agire per il bene comune. Ognuno può farlo come può e con ciò che ha. Basta un messaggio, una telefonata, una preghiera per attivare la solidarietà.

Ogni gesto ed ogni parola possono essere caricati di solidarietà.

Da questi gesti e parole, nell’incontro e nell’unione possono nascere meravigliosi e grandiosi progetti (non necessariamente grandi) che permettono all’umanità di evolvere nel bene.

L'Empatia è un Super Potere
Andrea Dal Corso
Imparare dai sogni e dall’istinto che non sbaglia mai
Cairo Editore

INFORMAZIONI UTILI

Un e-book per te!

Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy

Attiva il tuo coupon sconto

Categorie

Condividi su:

Potrebbe interessarti anche