Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Proprietà del basilico: digestive, calmanti e del buon umore

proprietà del basilico, basilico pianta aromatica, digestivo

Il basilico nella storia

Le proprietà del basilico sono spesso sottovalutate ma sono di assoluto interesse: la sua pianta si coltiva da più di 3000 anni ed ha origine probabilmente in India ed in Egitto.

E’ ufficialmente conosciuto come Ocimum basilicum ma il suo nome deriva dal greco Basilikon che significa “regale”, riferito alle proprietà medicinali che troviamo indicate in molti libri antichi. Greci e Romani lo diffusero in tutta Europa ed oggi lo troviamo nei nostri orti utilizzato sia come pianta medicinale che come alimento.

Proprietà del basilico: amico dello stomaco ed antistress

Il basilico contiene vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamina C ed E, minerali tra cui magnesio, potassio, ferro e fosforo, proteine (poche), flavonoidi, polifenoli e l’eugenolo, la sostanza che gli conferisce il suo caratteristico aroma, che ha proprietà antibatterica, antinfiammatoria e repellente per gli insetti.

Contiene anche il triptofano, l’amminoacido essenziale preposto alla produzione di serotonina conosciuta anche come ormone dalla felicità. La proprietà più importante del basilico è quella digestiva: favorisce l’appetito, stimola la digestione è carminativo e antispasmodico.

E’ utile per diverse forme infiammatorie: infiammazioni alle vie urinarie, infiammazioni delle articolazioni e della pelle. Ha un’azione antibatterica e antisettica nelle malattie dell’apparato respiratorio: raffreddore, bronchite, tosse. In fase di allattamento, inoltre, ha funzione di galattogeno.

E’ da usare con cautela e dopo aver consultato il proprio medico curante in stato di gravidanza.

Il basilico svolge anche un’importante funzione calmante del sistema nervoso: allevia gli stati di stress e d’ansia, depressivi . Inoltre, concilia il sonno ed è per questo suggerito nei soggetti che soffrono d’insonnia.

Basilico in cucina e non solo

Il basilico ha diverse qualità: quello classico con le foglie di colore verde intenso appuntite, quello genovese DOP utilizzato per il famoso pesto genovese, quello fine profumatissimo e con foglie piccole.

In cucina è ottimo oltre che abbinato al pomodoro, nelle insalate ed aggiunto ai succhi estratti per sfruttare al meglio tutte le sue proprietà. I fiori e le estremità della foglia possono essere utilizzate per infusi calmanti. E’ importante sapere che le foglie essiccate perdono la maggior parte delle loro proprietà.

Olio essenziale di basilico

L’olio essenziale utilizzato nel diffusore di essenze è un ottimo rilassante del sistema nervoso, induce il buon umore e purifica l’aria. Può anche essere utilizzato come antinfiammatorio diluito in acqua per sciacqui della bocca e delle gengive e, sempre diluito in olio base, per disinfettare le punture di insetti. Il basilico viene inoltre utilizzato per molti rimedi fitoterapici ed omeopatici.

Miti e Leggende

In Egitto, il basilico era considerato erba sacra da offrire agli dei, così come in Grecia veniva usato per le sue virtù magiche, ma per gli antichi romani era considerato un simbolo di sfortuna e odio. Plinio il Vecchio affermò che poteva condurre alla follia.

Gli antichi alchimisti in realtà lo considerano un’erba preziosa poiché in grado di trasformare le emozioni negative in positive, grazie alla serotonina. Gli Induisti hanno battezzato la specie Ocimum tenuiflorum, chiamato anche Tulsi, “basilico sacro” costruendo il loro rosari per la meditazione, chiamati mala, con il legno della pianta. Secondo la loro tradizione, il legno di Tulsi apre alla spiritualità ed alla preghiera, protegge, purifica portando fortuna e ottimismo.

INFORMAZIONI UTILI

Un e-book per te!

Acconsento al trattamento dei miei dati e dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy

Attiva il tuo coupon sconto

Categorie

Condividi su:

Potrebbe interessarti anche